mercoledì 5 agosto 2015

La bugia più dolce.




Tratta dalle "Leggende del Nord Africa" di Alberto Arecchi e illustrazioni di Davide Danti, Edizioni Dell'Arco e' una favola immersa nella golosita' culinaria: l'acqua (uno dei quattro elementi ellenici), il dolce dello zucchero e del cioccolato, i panini caldi spalmati nella cremosita' di burro e miele e la zucca dell'orto.
Il cibo e' sapore, gusto e colore; ma rappresenta anche la forza in quanto da' l'energia necessaria ai piccoli per crescere e ai grandi per mantenersi in forze.
Nella favola si ritrova inoltre il numero esoterico "sette": il filosofo deve raggiungere il settimo cielo per ottenere la liberta'.
Anche Ercole dovette superare le sette fatiche, sette erano i Re di Roma, sette i fanciulli e le fanciulle offerti in sacrificio a Minosse, sette sono i bracci del candelabro ebraico "Menorah", sette i peccati capitali, sette gli attributi fondamentali di Allah, sette sono gli dei della felicita' nel buddismo e nello shintoismo, sette e' il numero buddista della completezza, sette sono i doni dello Spirito Santo nel Cristianesimo, sette sono i libri nel Pentateuco della Bibbia,  sette sono le piaghe di Egitto, sette le divinita' mitologiche identificate nella Cabala ebraica, sette sono i sacramenti nel Cristianesimo, sette sono i chakra...anche il comune dado da gioco ha sette facce e disposte in modo tale che la somma dei numeri delle facce opposte sia sempre sette!

Nessun commento:

Posta un commento