sabato 22 agosto 2015

Dieci di Quadri nelle Sibille: il Ladro.

La prima immagine di questa carta, a tutti ben chiara, è un uomo che entra in maniera sospetta in una casa, metafora che indica l'invadere una vita altrui per portare via tutto ciò che costui ha conquistato (denaro, oggetti preziosi, documenti, affetti, ecc...). Il Ladro è indice dell'arrivo di cambiamenti improvvisi, che portano alla miseria, a perdite, vuoto interiore, sensi di colpa. La carta come lascia intendere il personaggio raffigurato nell'atto di introdursi in una stanza attraverso una finestra, furtivamente. Per questo molto spesso lo interpreto come "l'intromissione" da parte di persone esterne in un rapporto (economico o sentimentale che sia). Inganno, tradimento, falsità, gravi danni creati da una persona estranea. 
 
 

  Al diritto il significato è riferito a un furto, una rapina, un inganno, una truffa, un tradimento da parte di persone invidiose che fanno parte della famiglia o sono amici del consultante, il quale invece ripone piena fiducia in loro. Il Ladro rappresenta prudenza e cautela; si consiglia di provvedere alla propria sicurezza, ai propri beni, affetti, segreti, idee per non andare incontro a sorprese sgradite in futuro. La carta impersona un nemico, un rivale, un amico o un collaboratore inaffidabile; in senso materiale si identifica in una contesa eredità, problematiche familiari e di salute, visite sgradite, liti, incomprensioni e ingratitudine.

Al rovescio la carta annuncia disaccordi a causa di problemi finanziari, causati da un familiare o dallo stesso consultante. Per il gioco d'azzardo, sperpero di liquidi, spese impreviste, prestiti rischiosi, contratti e documenti ingannevoli (da analizzare a fondo prima di sottoscriverli), pettegolezzi, calunnie a danno della sua reputazione. Praticamente la carta rappresenta una disgrazia, un cambiamento sfavorevole e rovinoso, una difficile e insolvibile bega legale, la carcerazione, situazioni che vanno peggiorando, bugie, complotti, vizi e discussioni, licenziamenti, debiti. La famiglia, l'equilibrio del consultante sono messi in pericolo dal suo agire per ottenere facili guadagni grazie alla fortuna e a progetti illeciti. Sono in arrivo separazioni e rotture: "Chi la fa l'aspetti".


Nessun commento:

Posta un commento